Tra le proposte della sezione Accademia vi è la collaborazione con le Officine Dalcroze Centro Studi

Officine Dalcroze Centro Studi è nata in Italia all’inizio del 2022 ed ha immediatamente sottoscritto una Convenzione con l’Institut Jaques-Dalcroze di Ginevra.

Ava Loiacono, attrice, musicista e didatta, Diploma Superiore Dalcroze all’IJD di Ginevra e Co-direttrice del D.E.I.E.B. (Dalcroze Eurhythmics International Examination Board), ne è la Direttrice degli Studi e sin dal 1989 Docente ed ispiratrice dei percorsi di Formazione per il conseguimento del Certificato Professionale Dalcroze in Italia ed in campo internazionale.

Obiettivo primario di ODCS è la diffusione dell’approccio dalcroziano ed il desiderio di approfondirne, in un laboratorio aperto alle influenze esterne, gli elementi primari, le applicazioni ai diversi linguaggi espressivi e le nuove direzioni possibili, sviluppandone al massimo la versatilità e le peculiarità al tempo stesso.

Le diverse potenzialità dello sguardo e della pratica dalcroziana sono vive e attuali non solo in campo didattico, attraverso la pratica pedagogica, ma anche in campo artistico, estetico e scientifico. Il nostro fine è rafforzarne i legami con la ricerca contemporanea rivolta soprattutto all’analisi dei processi conoscitivi ed espressivi in campo performativo.

Vengono quindi proposti seminari e percorsi formativi.

GENNAIO 2023
LA MUSICA DEL CORPO: l'ascolto, lo sguardo e il tocco 
Prof.sse Ava Loiacono e Laura Darsié

Sabato 21 gennaio
10:00 – 13:00 e 14:30 – 17:30

Domenica 22 gennaio 2023
09:30 – 12:30 e 14:00 – 17:00

costo: 170,00€
Min. 10 partecipanti
Max. 16 partecipanti

Per iscrizioni scrivere a segreteria@scuoladimusicapozzi.it
Termine iscrizioni: 15 gennaio 2023

Un seminario di alta formazione che approfondisce la relazione fra il ritmo, il gesto, lo spazio e la dimensione sensoriale-emotivo-affettiva della musica. Un inedito controcanto fra attività corporea di ritmica Dalcroze e contributi teorici che consentiranno ai partecipanti di scoprire la relazione inconscia e neuromusicale fra il piacere dell’ascolto e il pensiero musicale incarnato (embodied music cognition).

Questo seminario offre ai partecipanti la possibilità di vivere la musica in modo gioioso, scoprendo quanto l’ascolto, lo sguardo e il tocco siano parti vitali del nostro corpo e guida del nostro gesto, dei nostri comportamenti e relazioni.

Ogni incontro della durata di sei ore, sarà suddiviso in due sezioni interdipendenti: quella teorica che prenderà le mosse dagli effetti benefici della musica sulla plasticità celebrale per approdare al concetto di inconscio musicale come linguaggio-corpo in Jacques Lacan. La sezione laboratoriale introdurrà i concetti dalcroziani sul piano esperienziale (ritmo, movimento, vocalità, improvvisazione). 

Il seminario è aperto a musicisti, artisti della scena e insegnanti.

 

LAURA DARSIE'

Laura Darsié è psicologa e psicanalista di formazione freudiano-lacaniana. È membro fondatore del Movimento psicanalitico Nodi freudiani di Milano. Ha una formazione musicale pianistica. È laureata in Filosofia e in Psicologia clinica della riabilitazione. Negli ultimi venti anni, la sua professione si è svolta sia in ambito privato – come attività clinica nei disturbi dell’affettività e nella riabilitazione psicologica del soggetto – sia in ambito pubblico in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione di Firenze (laboratori di Psicoanalisi della fiaba musicale per docenti e alunni della scuola Primaria). Ha svolto attività di supervisione per gruppi musicali e teatrali con l’ETI (Ente teatrale italiano) in ambito di disabilità. Ha condotto seminari di Psicanalisi della musica per il corso di Psicologia presso l’Università degli Studi di Genova ed è stata docente di Letture freudiane e di Psicanalisi della musica alla Scuola di Psicoterapia Erich Fromm di Prato. Ha inoltre, realizzato diversi laboratori e conferenze sui rapporti fra Musica, Inconscio e Neuroscienze presso l’Accademia Musicale di Firenze, al MaMu (Magazzino Musica) di Milano e al Salotto di Filosofia sui Navigli. È stata docente di Neuromusicologia presso il Conservatorio G.,Verdi di Milano negli anni 2019-2020. Attualmente la sua pratica clinica e la sua ricerca vertono sulla relazione fra inconscio e neuroscienze rispetto al potenziale riabilitativo della musica nei disagi psichici e nelle patologie cliniche. Una formazione che trova applicazione nella cura psicologica della distonia focale del musicista e nei percorsi “psicomusicali” (cfr. Il Grembo armonico) focalizzati sul “legame sonoro” della gestazione. Collabora inoltre, con la EAWBC (European Association Women Band Conductors) nella conduzione di corsi sulla Embodied Music Cognition e di percorsi Mindfulness volti al benessere e alla formazione del musicista nelle orchestre. Recentemente ha ricevuto l’incarico per le docenze nell’accademico 2022-2023 di “Tecniche di espressione e di consapevolezza corporea” presso il Conservatorio G. Puccini di Gallarate e presso la Scuola Civica C. Abbado di Milano. Ha pubblicato diversi saggi e scrive su riviste specializzate. Vive e lavora a Milano.

 

AVA LOIACONO

Ava Loiacono è musicista, attrice e insegnante del metodo Dalcroze. La sua formazione pluridisciplinare ne fa un’artista molto impegnata. Formatasi in movimento e teatro alla Scuola di Jacques Lecoq a Parigi, studia danza contemporanea al Merce Cunningham Studio di New York. Successivamente ottiene la Licenza nel metodo Jaques-Dalcroze a Londra e il Diploma Superiore del metodo a Ginevra. La sua esperienza teatrale la porta a lavorare con diversi gruppi ed artisti: con Comediants (Barcellona), con il Joseph Krofta del Teatro Nero di Praga, con il Teatro delle Mani di Mauro Sarzi (Italia) e il Teatrino Tascabile (Svizzera). Nel 2006 fonda con Mauro Guindani la compagnia Il Funambolo e crea diversi spettacoli che la vedono in scena come attrice solista, burattinaia, ventriloqua e musicista. Con questi spettacoli – tradotti in 4 lingue – gira il mondo. L’Arte della Fuga (2009), Voci d’Altre Terre (prima versione 2008), I Viaggi di Gwendolyn (2011), Lo Specchio (2018), Non solo Napoli (2019), Viola Violetta (2020). Parallelamente alla sua carriera artistica, Ava insegna il metodo Dalcroze in Italia e all’estero. Ha insegnato al DFA della SUPSI (Scuola Universitaria della Svizzera Italiana), alla Royal Ballet School di Londra, al YMCA di New York, al Kunitachi Music School di Tokyo. Viene spesso invitata a dare seminari e Master classes a musicisti, attori, danzatori e insegnanti di ritmica in molti paesi (Italia, Svizzera, Spagna, Inghilterra, Irlanda, Canada, Giappone, Argentina, India). È Direttrice Studi Officine Dalcroze - ODCS e codirettrice del DEIEB (Dalcroze Eurhythmics International Examination Board) in UK. Ha scritto Sentire e Provare. Un percorso di ritmica attraverso i contrasti musicali (EDUP editore, 2012). Attualmente sta svolgendo un dottorato di ricerca (PHD) in Arts Practice presso l’Università di Limerick (Irlanda)

Struttura del corso

Struttura del Corso

Seminario

Seminario nel weekend