PROGRAMMA
Gustav Holst
Saint Paul’s Suite Op. 29 n. 2
Jig: Vivace
Ostinato: Presto
Intermezzo: Andante con moto
Finale (The Dargason): Allegro
Ludwig van Beethoven
Triplo Concerto Op. 56
Allegro
Largo
Rondo alla polacca

Direttore: Dario Garegnani

Solisti: Trio Riva-Cavuoto-Portalupi
Igor Riva, violino
Andrea Cavuoto, violoncello
Lorena Portalupi, pianoforte

Orchestra archi: “Solo d’Archi”
----------------------------------------------------------------------------------------------
Venerdì 16 giugno 2017 ore 21.00
Chiesa SS. Pietro e Paolo
Via Cavour – Corsico (MI)

GLI INTERPRETI

IGOR RIVA violino

conquistato dalla musica e dal suono del violino fin dai tre anni, compie gli studi musicali al Conservatorio di Milano, diplomandosi brillantemente all’ età di diciannove anni. Si perfeziona in seguito con Boris Belkin all’Accademia Chigiana di Siena, dove ottiene il diploma di merito e viene scelto accanto a violinisti di primissimo piano nel panorama solistico internazionale per l’ esibizione nei concerti finali. Franco Gulli in una lettera di presentazione, gelosamente conservata, scrive di lui: “Brillante virtuosismo, suono chiaro e potente e notevolissima comunicativa fanno di Igor un artista particolarmente interessante”. E’ stato scelto come unico allievo italiano per partecipare ad un master con Shlomo Mintz a Firenze e si è diplomato con l’eccellenza e menzione speciale presso l’ Accademia Superiore “Perosi” di Biella con Ana Chumachenco, insegnante presso la Musichochschule di Monaco di Baviera e Roberto Ranfaldi, primo violino dell’ Orchestra sinfonica nazionale della RAI. Attualmente è stabilmente primo violino dell’orchestra “I Pomeriggi musicali di Milano”.

ANDREA CAVUOTO violoncello

romano, si diploma in violoncello nel 1992 sotto la guida di Alfredo Stengel. Dopo aver collaborato con l’Orchestra Sinfonica dell’Accademia di Santa Cecilia, entra giovanissimo a far parte dell’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi” come primo violoncello nel settembre 1993, posizione che manterrà sino all’agosto 1999. Nel frattempo studia per qualche anno con Michael Flaksman in Mannheim e in Portogruaro, musica da camera con Rocco Filippini e segue una master-class in repertorio sinfonico presso il Conservatorio di San Pietroburgo. Ha partecipato alla produzione di “Buffa Opera”, ancora per il Piccolo Teatro di Milano, con la partecipazione di Antonio Albanese, su musiche di Luca Francesconi. E’ consolidata la collaborazione con Agon, un importante centro di produzione musicale elettronica di Milano. E’ titolare da 12 anni della cattedra di violoncello presso la Scuola Civica di Musica di Corsico (Milano) e tiene annualmente masterclasses in Abruzzo, Emilia Romagna e Umbria. Insegna presso l'I.S.S.M. “Achille Peri” di Reggio Emilia e dal dicembre 2016 insegna presso il Conservatorio Statale di Musica “Umberto Giordano” di Foggia (sez. staccata di Rodi Garganico).

LORENA PORTALUPI pianoforte

Dopo i suoi studi al Conservatorio “G.Verdi” di Milano e alla scuola pianistica di Marian Mika, si perfeziona poi con Halina Czerny Stefanska e J.P. Armangaud. La sua carriera di concertista l'ha portata nelle principali città italiane, dove ha suonato per la Gioventù Musicale, il MittelFest di Cividale del Friuli, il Festival Pianistico di Lucca, il Festival Internazionale e il Teatro Sociale di Como, l'Accademia Filarmonica e la stagione cameristica del «Gonfalone» di Roma, la Società dei Concerti e le Serate Musicali di Milano, il Festival ‘900 di Trento, la Sala Vivaldi del Conservatorio di Udine, il Festival Internazionale di Alghero, la Sala Apollinea del Teatro La Fenice di Venezia; All'estero ha rappresentato l'Italia alla XIII Klavierwoche di Heidelberg esibendosi inoltre in Inghilterra, Spagna (Sala grande del Conservatorio di Girona) Olanda, Germania (Conservatorio di Stoccarda, Università di Kiel). Ha effettuato registrazioni e dirette radiofoniche per RAI UNO, RAI TRE e RSI. Suona altresì in duo con il violinista Francesco De Angelis (spalla dell'Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano), con il quale è stata ospite al Gasteig di Monaco, dove è stata reinvitata a tenere recital solistici; come solista con orchestra è stata più volte invitata dagli Archi della Scala, dall’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano e ha tenuto una serie di concerti in Russia e in Romania esibendosi con le principali orchestre di Stato nel 2003 e nel 2008. I suoi interessi e la sua competenza d'interprete vanno particolarmente al repertorio del 900 storico, ma guardano con attenzione agli ultimi sviluppi della musica contemporanea; a testimonianza di ciò, Lorena Portalupi ha inciso un CD con musiche del compositore Sebastiano Cognolato dal titolo Ultramarine. Ha inoltre inciso per la casa discografica Tranquilo i Preludes di C. Debussy e di F. Mompou. Si occupa inoltre di ricerca storica musicale. Ha pubblicato saggi su Federico Mompou, Fanny Mendelssohn e sul repertorio francese del primo novecento. E’ stata più volte invitata come ospite a tenere trasmissioni radiofoniche su RAI 3 e sul canale 2 della Radio Svizzera Italiana. E’ docente di pianoforte principale presso importanti istituzioni musicali italiane ed estere. Dal 1993 a tutt’oggi e’ Direttore didattico e artistico della Civica Scuola di Musica di Corsico (Milano) e di importanti manifestazioni culturali e musicali.

DARIO GAREGNANI direttore

Direttore d’orchestra, specialista del repertorio del ‘900 e contemporaneo, è stato uno dei finalisti nel 2010 per la carica di Chef Assistent per l’Ensemble Intercontemporain di Parigi, allora guidato da Pierre Boulez. Ha debuttato alla guida dell’Orchestra Sinfonica del Teatro alla Fenice di Venezia lo stesso anno per l’evento inaugurale della Biennale Musica, ritornando sul podio della stessa orchestra l’anno successivo in un programma dedicato a Nono e Stravinskij. Ha al suo attivo, dal 2004, decine di prime esecuzioni assolute per ogni organico, sia nel repertorio sinfonico che in quello del nuovo teatro musicale. Alla guida di numerosissimi ensemble ed orchestre - tra cui l’Orchestra della Fenice, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Verdi di Milano, il Divertimento Ensemble, l’Orchestra Cantelli e molte altre - si è esibito in festival di tutto il mondo, tra cui Festival MiTo, Warsaw Autumn Festival, Festival Aperto di Reggio Emilia, Milano Musica, Accademia Filarmonica Romana e Fadjr International Festival di Tehran. Assistente di Mauricio Kagel alla Biennale di Venezia e al Teatro Colon di Buone Aires, ha diretto la prima esecuzione italiana di Mare Nostrum, di cui ha curato la anche la parte registica al Comunale di Bologna, ed
una ripresa di Variété al teatro Parenti di Milano e a Roma, registrata per Radio Rai. Ha diretto le prime esecuzioni monumentali di Mise en Abime (2010) ,Garon (2011) e Reka (2014 e 2016) di Yuval Avital a Milano, Varsavia e al Teatro Valli di Reggio Emilia. Alla guida dell’Ensemble Secret Theatre, di cui è tra i fondatori, ha diretto a Tehran la prima esecuzione nazionale iraniana di Pierrot Lunaire e Kammersymphonie di Schoenberg, decretate dalla stampa internazionale come migliori performance del Festival Fadjr. Il profondo interesse verso la sperimentazione e il costante ideale di ricerca sono alla base di una continua evoluzione del suo linguaggio artistico che si esprime anche attraverso la realizzazione di regie teatrali, progetti di light designing, live electronics, video-art e ruoli di performer. Ospite del Long Lake Festival di Lugano, del Festival Armunia, del Teatro Rossi di Pisa quindi in una Tournée in Kosovo ha interpretato Round e Diffraction #1 di Gabriele Marangoni, di cui dirigerà il nuovo progetto Silent in prima assoluta al Festival Aperto di Reggio Emilia 2017. Appassionato da sempre di teatro musicale, si è laureato alla Statale di Milano prima in scienze dei beni culturali con una tesi su Offenbach, quindi in Musicologia con Emilio Sala con una tesi sul coro parlato nella musica del Novecento, sempre con massimo dei voti e lode. Ha pubblicato un cd dedicato a Fulvio Delli Pizzi (Chamber Music, 2008) e per Brilliant dedicato a Giovanni Albini (Musica Ciclica, 2013) e scritto le musiche di scena per L’ottimista di Leonardo Manera, regia di Marco Rampoldi, che ha anche eseguito per Rai5 e al Piccolo Teatro di Milano. Si è laureato in clarinetto, studiando anche canto e composizione al conservatorio Verdi di Milano, specializzandosi in direzione d’orchestra poi ai corsi di Sandro Gorli per il repertorio contemporaneo, con Benjamin Zander e Janos Furst a Londra, Erwin Acel a Vienna e ai master della Filarmonica di San Pietroburgo.

L’ORCHESTRA

ASSOCIAZIONE MUSICALE “SOLO D’ARCHI”

L’Associazione Musicale ‘Solo d’Archi’ nasce con lo scopo di promuovere manifestazioni ed eventi di carattere culturale con particolare riferimento all’arte musicale. L’Ensemble è composto da giovani promettenti talenti e da affermati artisti di rinomata esperienza che condividono insieme e da oltre vent’anni la passione per la musica. Il ‘Solo d’Archi Ensemble’ si propone al pubblico con un repertorio musicale accattivante e coinvolgente valorizzando il repertorio per archi. Particolare attenzione è rivolta al mondo del sociale con serate a sfondo benefico per raccolta fondi e promozione.
Recentemente il ‘Solo d’Archi Ensemble’ si è esibito per la Fondazione Ca’ Granda di Milano, L’Associazione Paolo Pini e l’Ordine di Malta.

L’ORCHESTRA

VIOLINI PRIMI

Matteo Fedeli *
Paolo Cavalleri *
Elia Leon Mariani
Simona Scalisi
Irene Lembo

VIOLINI SECONDI

Andrea Taio *
Romina Lazzarin
Carolina Dossena
Margherita Colombo
Francesco Maltecca

VIOLE

Barbara Bertuzzi *
Silvia Leonardi
Cecilia Aliffi
Vittorio Benaglia

VIOLONCELLI

Andrea Madini Moretti *
Daniela Condello Veronica Marelli

CONTRABBASSO

Paolo Guglielmetti *

FLAUTO

Paola Odorizzi

CLARINETTO

Rebecca Comotti

OBOE

Alberto Melgrati

CORNI

Ambrogio Mortarino
Elena Lunghi

PERCUSSIONI

Emilio Olivati

*prime parti